Studi di illuminazione di emergenza

Ogni edificio ha anche il suo posto, secondo la legge del ministro delle Infrastrutture dell'aprile 2002, deve essere necessariamente un'installazione di illuminazione di emergenza. Tale luce è data negli edifici alla improvvisa mancanza di elettricità, fuoco o eventi casuali insoliti. Nei rapporti con i power center, l'illuminazione conta: centralmente alimentata e dispersa.

La marcatura appropriata delle vie di fuga e della sorgente luminosa di emergenza garantisce la sicurezza per le persone che lasciano o escono dalla stanza in cui si sono uniti alla perdita di normale alimentazione.

I dispositivi introdotti per illuminare le vie di fuga e le vie di emergenza dovrebbero soddisfare gli standard necessari affinché il loro uso abbia l'effetto desiderato. Gli apparecchi di queste sorgenti luminose sono realizzati in policarbonato e cooperano con le batterie. Il tempo di lavoro di una tale fonte di luce vuole dal modulo che è stato installato e si trova nell'intervallo da 1 a 3 ore. Una nuova soluzione potrebbe essere un raccordo raster in lamiera e verniciato a polvere. I riflettori sono rivestiti in alluminio, mentre la loro forma parabolica garantisce un'illuminazione ottimale. In luoghi con elevata capacità cubica, umidità elevata, impollinazione anche maggiore, come ad esempio: capannoni di produzione, magazzini, gallerie o officine, sono associati apparecchi di illuminazione fluorescente. La loro proprietà è l'eccellente grado di tenuta IP.

Il boom del settore edile, così come i nuovi metodi, rendono vivi i requisiti per i moduli luminosi. Questo è diventato il motivo del crescente uso di strumenti come le lampade a LED.

L'illuminazione di emergenza a LED, non solo è efficiente dal punto di vista energetico, ma anche più fruttuosa e ha anche un periodo di garanzia più lungo per il loro semplice funzionamento. Esegue tutte le raccomandazioni e i conteggi dei clienti che ricordano le buone attrezzature da costruzione, in conformità con i propri standard.